Bonelli, Giacomo

Giacomo Bonelli o Bonello (Dronero, … - Palermo, 18 febbraio 1560) è stato un predicatore calvinista condannato a morte dall'Inquisizione.

Originario di Dronero nel marchesato di Saluzzo, emigrò a Ginevra, dove la sua presenza è attestata per la prima volta nel 1555 (ottenne la cittadinanza ginevrina nel 1556). Nel 1558 fu inviato a predicare tra i valdesi di Calabria. Rientrato a Ginevra, ripartì alla volta dell'Italia meridionale nel marzo 1559, insieme a Gian Luigi Pascale. Fu catturato a Messina l'11 gennaio 1560. Trasferito a Palermo, fu condannato al rogo come eretico impenitente e pertinace. La sentenza fu eseguita all'Ucciardone il 18 febbraio 1560.

Bibliografia

  • Pierroberto Scaramella, L'Inquisizione romana e i Valdesi di Calabria, Editoriale Scientifica, Napoli 1999
  • John Tedeschi, Bonello, Giacomo, in DBI, vol. 11 (1969)

Link

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2014

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]