Benedetta, detta Zia (presunta strega, Modena, XVI sec.)

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444


Benedetta, detta Zia, è stata una donna processata per stregoneria dall'Inquisizione di Modena nel 1570.

Praticava come guaritrice empirica per i bambini, fu denunciata da un certo Annibale Marchetti. Aveva fama di avere il potere sia di far ammalare sia di guarire i bambini ("et è infamia per pubblica opinione di guastar molte creature, et fa professione di guarirle accusata di poterli sia guastare sia sanare").

Fonti e bibliografia

  • Archivio di Stato di Modena, Inquisizione, B. 6, bb. 10.
  • Domizia Weber, Sanare e maleficiare. Guaritrici, streghe e medicina a Modena nel XVI secolo, Carocci, Roma 2011.

Article written by Domizia Weber | Ereticopedia.org © 2021

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

uc?export=view&id=1_usu8DkYtjVJReospyXXSN9GsF3XV_bi
The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License