Marchesi, Vincenzo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Vincenzo Marchesi è stato un notaio ed eretico bergamasco

Nacque nel 1516 a Ponte S. Pietro, nei pressi di Bergamo. Discepolo di don Pietro Pesenti, fu uno tra i più attivi eterodossi bergamaschi negli anni del vescovo Vittore Soranzo.
L'Inquisizione di Bergamo avviò un processo a suo carico nel settembre 1550. Abiurò il 23 novembre 1552.
Fu di nuovo processato nel 1556, ma riuscì a fuggire a Venezia, ottenendo un intervento a suo favore da parte del cardinal Carlo Carafa, che allentò la morsa inquisitoriale su di lui. Ma il processe fu riaperto su intervento di Michele Ghislieri e Marchesi riparò a Morbegno e a Milano.
Nel 1563 riuscì quindi ad ottenere un'assoluzione dal concilio di Trento. Si stabilì a Venezia e nel 1572 fu di nuovo denunciato. Questa denuncia è l'ultima notizia che sia ha su Marchesi, che forse fuggì all'estero.

Bibliografia

  • Massimo Firpo, Vittore Soranzo vescovo ed eretico. Riforma della Chiesa e Inquisizione nell'Italia del Cinquecento, Laterza, Roma-Bari 2006
  • Processo Soranzo

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2014

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]