Valeriano da Gazzo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Valeriano da Gazzo (al secolo Giampietro da Cremona), monaco benedettino, era fuggito dal convento di S. Benedetto di Polirone (Mantova), insieme al confratello Sereno da Pontremoli. Sempre insieme a quest'ultimo, nel settembre 1550 fu arrestato in casa del facoltoso cremonese Giuseppe Fossa. L'arresto e la confessione dei due benedettini scatenarono la persecuzione inquisitoriale (1550-1552) contro la cosiddetta ecclesia cremonensis, l'ampio gruppo ereticale cremonese, che spinse molti membri del gruppo ad emigrare alla volta di Ginevra. Dalla sua confessione emersero convinzioni luterane.

Bibliografia

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2017

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License