Martinengo, Ulisse

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Ulisse Martinengo (Brescia, 1545 ca. - Morbegno 1570) è stato un conte bresciano, convertitosi alla Riforma e divenuto pastore calvinista.

Dopo la conversione, fuggì da Brescia a Ginevra, dove fu allievo di Théodore de Bèze. Soggiornò anche ad Anversa, ma infine si stabilì in Valtellina. Fu pastore a Chiavenna, Piuro, Sondrio e più lungamente a Morbegno, dove morì nel 1570.

Anche il padre Alessandro Martinengo da Barco e la madre Laura Gavardo ebbero idee protestanti. In particolare quest'ultima, rimasta vedova, seguì Ulisse in esilio.

Bibliografia

  • Achille Olivieri, Ulisse Martinengo, Brescia e la «religio Helvetica» (1572-1574), in Riformatori bresciani del ’500. Indagini, a cura di Roberto Andrea Lorenzi, Grafo, S. Zeno al Naviglio (Brescia) 2006, pp. 169-187

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]