Stella, Tommaso

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Tommaso Stella detto il Todeschino (Capodistria, …- Capodistria, 6 gennaio 1566) è stato un predicatore e vescovo, membro dell'ordine domenicano.

Biografia

Nel 1539 fondò la Confraternita del Santissimo corpo di Cristo alla Minerva.
Fu nominato vescovo di Salpi nel 1544, di Lavello nel 1547, di Capodistria nel 1549 (subentrando a Pier Paolo Vergerio fuggito nei Grigioni e passato alla Riforma). Nel 1551 il governo veneziano si oppose decisamente alla sua candidatura a suffraganeo di Bergamo (il vescovo Vittore Soranzo era sotto processo per eresia).
Partecipò al concilio nel 1546-47 a Trento, nel 1547-48 a Bologna e nella fase conclusiva del 1562-63 a Trento.
Testimoniò contro Giovanni Grimani, accusato d'eresia, nell'ottobre 1561.

Fu sempre un accanito intransigente. Vergerio nel 1550 lo definì "il vescovo overo il lupo e l'adultero Todeschino"; altrettanto sprezzante fu Francesco Negri, nella Tragedia del libero arbitrio, che lo definì "non vescovo, ma indegno occupatore del vescovato di Capodistria, anzi adultero della chiesa d'altrui".

Bibliografia

  • Processo Morone2, vol. I, pp. 1081-82

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]