Negrino, Stefano

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Stefano Negrino (o Negrin) è stato un pastore e predicatore valdese del XVI sec.

Pastore originario di Bobbio Pellice, nel 1557 fu inviato dalle valli piemontesi tra i valdesi di Calabria come predicatore, sostituendo Gilles de Gilles. Si recò quindi a Ginevra insieme a Marco Uscegli per richiedere l'invio in Calabria di predicatori esperti. Di conseguenza da Ginevra fu inviato in Calabria Gian Luigi Pascale, che fu arrestato, poco dopo l'avvio della sua intensa predicazione, nel maggio 1559 insieme all'Uscegli e in seguito trasferito a Roma e giustiziato.
Negrino dal canto suo fu catturato nel giugno 1561 e rinchiuso nelle carceri del castello di Cosenza, dove morì di stenti.

Bibliografia

  • Salvatore Caponetto, La Riforma protestante nell’Italia del Cinquecento,  Claudiana, Torino 19972, pp. 393-394, 396.
  • Enzo Stancati, Gli Ultramontani. Storia dei valdesi di Calabria, Aiello, Cosenza 1984 (nuova ed. riveduta, aggiornata e ampliata: Pellegrini, Cosenza 2008).
  • Vincenzo Tedesco, Storia dei valdesi in Calabria, Rubbettino, Soveria Mannelli 2015.
  • Alfonso Tortora, Appunti per una ricerca su Stefano Negrino tra i Valdesi di Capitanata e di Calabria, in Marco Fratini, Alfonso Tortora (a cura di), Valdesi da Monteleone di Puglia a Guardia Piemontese riforma protestante Italia, Editrice Gaia, Salerno 2009, pp. 107-122.

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

uc?export=view&id=1_usu8DkYtjVJReospyXXSN9GsF3XV_bi

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License