Zanni, Sibillia

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Sibillia Zanni è stata una donna vissuta nel XIV sec., perseguitata e condannata a morte per stregoneria.

Subì un primo processo da parte dell'Inquisitore di Milano Ruggero da Casate nel 1384. Si sottomise all'abiura, salvandosi. Nel 1390 fu di nuovo processata (stavolta da Beltramino da Cernuscullo, successore di Ruggero da Casate come Inquisitore di Milano) e, in quanto relapsa condannata a morire sul rogo (26 maggio 1390). La sua vicenda si intreccia con quella di Pierina de Bugatis, con la quale fu accusata di aver adorato "Madonna Oriente", partecipando al sabba, anch'essa processata per la prima volta nel 1384 e "ricaduta" nel 1390.

Bibliografia

  • Giuseppe Farinelli, Ermanno Paccagnini, Processo per stregoneria a Caterina de Medici 1616-1617, Rusconi, Milano 1989, pp. 21 sgg.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License