Sadoleto, Jacopo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

164px-SADOLET_JACQUES_%28_1547%291.jpg

Jacopo Sadoleto (Modena, 12 luglio 1477 – Roma, 18 ottobre 1547) è stato un cardinale e umanista.

Biografia

Fu segretario ai brevi sotto Leone X e sotto Clemente VII. Nel 1517 ottenne il vescovado di Carpentras.
Schierato su posizioni vicine al gruppo degli "spirituali" sostenne con vigore la riconciliazione con i protestanti, tant'è che la sua opera teologica più nota, il Commentario sopra la lettera di San Paolo ai Romani, gli attirò sospetti di eresia e fu condannata.

Fu nominato cardinale da Paolo III nel 1536 e da lui incluso nella commissione che redasse il Consilium de emendanda ecclesia.

Raffinatissimo umanista, insieme a Pietro Bembo fu il principale alfiere del ciceronismo cinquecentesco. Scrisse opere poetiche, filosofiche, teologiche, pedagogiche.

Morì nel 1547.

Opere

Empty section

Bibliografia

Empty section

Link

WORK IN PROGRESS ON THIS PAGE

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]