Relapso (condanna del)

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Rientrava nella condizione di relapso l'eretico che cadeva di nuovo nell'errore dopo una prima condanna e/o abiura (anche se segreta). In questi casi il tribunale inquisitoriale comminava generalmente la pena di morte da eseguirsi tramite il fuoco (nel caso in cui il condannato si mostrasse pentito come segno di clemenza nei suoi confronti egli non veniva bruciato vivo, ma si procedeva alla decapitazione, seguita dal rogo del cadavere). Non sono comunque rari casi di relapsi condannati al servizio sulle galere o al carcere perpetuo.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]