Provana, Prospero

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Prospero Provana (Collegno … - Cracovia, fine del 1584) è stato un uomo d'affari ed eretico antitrinitario.

Nobile piemontese, imparentato con Celio Secondo Curione, riparò in Polonia, insieme al fratello Troiano, negli anni cinquanta per fuggire la persecuzione inquisitoriale. Dal 1558 si occupò del servizio postale regio, su incarico di Sigismondo II. Sul finire degli anni settanta re Stefano Bathory gli affidò la direzione delle saline di Wieliczka: la sua gestione fu particolarmente brillante e in seguito gli fu assegnato il monopolio dell'esportazione del sale a Bydgoszcz.

Aderì all'antitrinitarismo degli esuli italiani in Transilvania e Polonia protetti dal Bathory. Nel 1562 il Biandiatra gli regalò i suoi libri. Dietro suo invito l'umanista Pietro Stratorio redasse la prima grammatica della lingua polacca, tradotta in latino e stampata nel 1568 con dedica a Andrea Dudith Sbardellati.

Nel giugno 1584, poco prima di morire, abiurò e si riconciliò col cattolicesimo.

Bibliografia

  • Domenico Caccamo, Eretici italiani in Moravia, Polonia, Transilvania (1558-1611). Studi e documenti, Sansoni-The Newberry Library, Firenze-Chicago 1970
  • Sebastiano Ciampi, Bibliografia critica delle antiche reciproche corrispondenze politiche, ecclesiastiche, scientifiche, letterarie, artistiche dell'Italia colla Russia, colla Polonia ed altre parti settentrionali, G. Piatti, Firenze 1839 p. 320

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]