Farinacci, Prospero

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Prosperi Farinacci (Roma, 1° novembre 1544 - Roma, 31 dicembre 1618) è stato un giurista criminalista operante nello Stato pontificio.

Addottoratosi in utroque iure a Perugia nel 1566, fu luogotenente dell'uditore della Camera Apostolica dal 1591 al 1595.
Dal 1606 al 1611 fu procuratore generale del Fisco di Roma (culmine della sua carriera)
Assunse la difesa di Beatrice Cenci nel 1599. Fu al centro di numerosi scandali, accusato di vari reati, dalla sodomia all'eresia, ma la sua fama di giurista insigne e le sue potenti amicizie lo salvarono sempre (in particolare nel 1611 papa Paolo V arrestò un'indagine del Sant'Uffizio contro di lui).

La sua Praxis et theorica criminalis (1581-1614) ebbe vasta risonanza in Italia e in Europa, e costituì un testo di riferimento anche per gli inquisitori.

Bibliografia

  • Simona Feci, Farinacci, Prospero, in DSI, vol. 2, p. 579
  • Aldo Mazzacane, Farinacci, Prospero, in DBI, vol. 45 (1995)

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]