Balsamo, Paolo Camillo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Paolo Camillo Balsamo di Liscate è stato un esule religionis causa del XVI sec.

Nobile milanese nato nel 1540, nel 1557 si recò a Ginevra come studente, convertendosi subito al calvismo e non facendo più ritorno in patria. Il 13 aprile 1571 fu condannato in contumacia dall'inquisitore di Milano Angelo Zampa da Cremona e dal cardinal Carlo Borromeo al rogo in effigie e alla confisca dei beni.

Bibliografia

  • Salvatore Caponetto, La Riforma protestante nell'Italia del Cinquecento, Claudiana, Torino 19972, p. 273.
  • Germano Maifreda, I denari dell'inquisitore. Affari e giustizia di fede nell'Italia moderna, Einaudi, Torino 2014, pp. 198-200.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2017

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]