Caldo, Olivo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Olivo Caldo è stato un benandante friulano.

Contadino di Ligugnana, fu fatto arrestare il 23 dicembre 1644 dall'arcivescovo di Concordia Benedetto Cappello. Interrogato da questi, confessò di essere un benandante, di partecipare ai convegni con le streghe e di aver commesso vari malefici, ma i giudici stessi si resero conto che l'imputato, in preda alla paura, confessava ogni cosa gli venisse da loro richiesta. Il 2 gennaio 1645 tentò il suicidio in carcere, impiccandosi, ma fu scoperto e salvato. Il suo processo si concluse con un bando per cinque anni dal territorio della diocesi di Concordia.

Bibliografia

Voci correlate

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2014

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]