Quarto, Oddo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Oddo Quarto (Monopoli, ca. 1506 - Venezia?, post 1567) fu servitore di Camillo Orsini dal 1526, allorché l'Orsini era capitano al servizio della Repubblica di Venezia, soggiornò con lui a Roma dal 1543 al 1547. Come Orsini, Quarto fu in strette relazioni con diversi esponenti del gruppo degli "spirituali", soprattutto in area veneta (particolarmente stretto fu il suo legame con Ulisse Martinengo e con gli ambienti vicentini). Dal 1562 al 1567 subì un lungo processo inquisitoriale da parte del Sant'Uffizio di Venezia, conclusosi con la condanna al carcere perpetuo (sentenza del 1° luglio 1567), cosa che irritò non poco Pio V, che ne auspicava la condanna a morte in quanto relapso. Dopo questa condanna, si perdono le sue tracce.

Bibliografia

  • Processo Morone2, vol. I, pp. 239-40, nota 134
  • Roberto Beccaria, L'esperienza religiosa di Oddo Quarto da Monopoli, in "Bollettino della Società di Studi Valdesi", CXIII, 1996, pp. 3-48
  • Cesare Vasoli, Il processo per eresia di Oddo Quarto in Id., Civitas mundi. Studi sulla cultura del Cinquecento, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 1996, pp. 139-89

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]