D'Alessandria, Nicola

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Nicola o Nicolò D'Alessandria, noto anche come Nicola o Nicolò da Treviso, è stato un eretico antitrinitario del XVI sec.

Originario di Treviso, partecipò attivamente all'attività del circolo anabattista di Padova affittando alcune case nella città (in particolare una di fronte alla chiesa di S. Caterina) dove si svolsero varie riunioni del gruppo. Adottò posizioni antitrinitarie su influenza di Girolamo Busale, affermatosi come leader del gruppo padovano. Essendo fuggito a Pisa per scampare la persecuzione, i compagni gli inviarono come emissario Girolamo Speranza per indurlo a partecipare al sinodo di Venezia del 1550. Dopo la delazione Manelfi si imbarcò con alcuni compagni alla volta di Castelnuovo di Dalmazia. Il gruppo di Nicola D'Alessandria si spostò quindi in Grecia (Tessalonica e Salonicco), con l'intenzione di fuggire verso la Turchia.

Bibliografia

  • Luca Addante, Eretici e libertini nel Cinquecento italiano, Laterza, Roma-Bari 2010
  • Aldo Stella, Dall’anabattismo al socinianesimo nel Cinquecento veneto, Liviana, Padova 1967
  • Aldo Stella, Anabattismo e antitrinitarismo in Italia nel XVI secolo, Liviana, Padova 1969

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013-2015

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]