Balbani, Niccolò

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Niccolò Balbani (Lucca, 27 settembre 1522 - Ginevra, 2 o 3 agosto 1587) è stato un patrizio ed umanista lucchese, pastore e teologo calvinista a Ginevra.

Biografia

Figlio di Agostino Balbani, studiò diritto a Bologna, Padova e a Ferrara (dove si addottorò in utroque iure nel 1547). Terminati gli studì visitò le Fiandre e la Francia (soggiornò più volte a Lione) per seguire gli affari della famiglia. Fu rettore delle scuole a Lucca. Convertitosi alle nuove idee religiose, lasciò definitivamente Lucca nel 1556, riparando prima a Lione, quindi stabilendosi a Ginevra, dove sposò in seconde nozze Vittoria Thiene, figlia di Giulio Thiene. Nel 1561 succedette a Lattanzio Ragnoni come pastore della comunità italiana di Ginevra, carica che ricoprì fino alla morte, avvenuta nel 1587.

Opere

Empty section

Bibliografia

  • Simonetta Adorni Braccesi, Una città infetta : la Repubblica di Lucca nella crisi religiosa del Cinquecento, Olschki, Firenze 1994
  • Marino Berengo, Nobili e mercanti nella Lucca del Cinquecento, Einaudi, Torino 1965
  • Carlo Ginzburg, Balbani, Niccolò, in DBI, vol. 5 (1963)
  • Renzo Ristori, Le origini della Riforma a Lucca, in "Rinascimento", III, 1952, pp. 270-292

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013
To be improved

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]