Morin (medico, XVI sec.)

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Il medico Morin, originario di Poggetto, in Provenza, nel territorio del ducato di Savoia, era emigrato col padre tra il 1570 e il 1572 dopo aver predicato dottrine ereticali (non è chiaro dove avesse trovato rifugio). Nel 1582 era rientrato in patria, mostrandosi pentito e facendo atto d'ubbienza alla Chiesa romana, come si evince da una lettera di Ugolino Martelli, vescovo di Glandèves, a Carlo Emanuele I duca di Savoia, datata 17 aprile 1582. Martelli si dimostrava dubbioso della sincerità della conversione di Morin, temendo che questi mirasse a rientrare in possesso dei beni paterni per poterli rivendere ed emigrare ancora verso i territori protestanti.

Bibliografia

  • Cesare Cantù, Gli eretici d'Italia, vol. III, UTET, Torino 1866, p. 737.
  • Giovanni Jalla, Storia della riforma in Piemonte fino alla morte di Emanuele Filiberto. 1517-1580, Claudiana, Firenze 1914, p. 289.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License