Pigafetta, Marcantonio

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Marcantonio Pigafetta è stato un agente diplomatico e letterato del XVI sec.

Figlio di Giovan Battista Pigafetta e fratello di Antonio Francesco Pigafetta e Celso Pigafetta (tutti e tre medici), apparteneva a un'importante famiglia della nobiltà vicentina, coinvolta nel dissenso religioso cittadino. Dal 1566 al 1568 fece parte (non è noto con quali esatte mansioni) del seguito di Anton Vrancic, ambasciatore dell'imperatore Massimiliano II incaricato di trattare la pace con il sultano turco Selim II e i suoi rappresentanti, accompagnandolo all'andata e al ritorno nel viaggio da Vienna fino a Costantinopoli, le cui vicende descrisse nell'Itinerario pubblicato a Londra nel 1585.
Rientrato quindi a Vicenza, all'inizio degli anni settanta fu incolpato di un omicidio e dovette fuggirne in tutta fretta, rifugiandosi in Germania. Le successive notizie su di lui sono frammentarie. Fu ospite del fratello Antonio Francesco ad Heidelberg. Nel gennaio 1574 si immatricolò all'Università di Wittenberg. Nel 1580 era a Londra, dove intrattenne rapporti con la Chiesa degli esuli italiani, che si interruppero però molto presto. Conversando con un altro esule vicentino, Gaspare Gatti, disse di aver conosciuto il medico Fabio Nifo, anch'egli membro della Chiesa degli italiani a Londra, in Germania e di averlo sentito dire cose empie. Chiamato a comparire il 27 marzo 1581 di fronte al concistoro della Chiesa degli italiani, polemizzò apertamente e fu giudicato come un calunniatore. Negli anni successivi dovette soggiornare ad Oxford. Nel 1585 usciva a Londra, presso l'editore John Wolfe, l'Itinerario di Marc'Antonio Pigafetta gentil' huomo Vicentino. Un suo sonetto in onore di Richard Hakluyt appariva nella prima edizione del The principal navigations, voiages and discoveries of the English nation (1589). Non si hanno ulteriori notizie su Marcantonio Pigafetta ed è ignota la sua data di morte.

Bibliografia

  • Alessandra Celati, Pigafetta, Antonio Francesco, in DBI, vol. 83 (2015).
  • Daria Perocco, Pigafetta, Marc'Antonio, in DBI, vol. 83 (2015).
  • Daria Perocco, Su Marc’Antonio Pigafetta (e dintorni), in Itinera orientalia. Itinerari veneti tra Oriente e Occidente. Relazioni di viaggio tra identità e alterità, a cura di Giovanni Pedrini, Nico Veladiano, Editrice Veneta, Vicenza 2010, pp. 251-290.
  • Marco Antonio Pigafetta, Itinerario da Vienna a Costantinopoli, a cura di Daria Perocco, Il Poligrafo, Padova 2008.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License