Bertozzi, Lucia

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Lucia Bertozzi detta “Bartolina” o “Romagnola” è stata una levatrice e guaritrice processata per stregoneria nel 1636.

Originaria di Faenza, esercitava come levatrice e guaritrice a Crevalcore, attirò su di sé sospetti e inimicizie (per la sua condizione di forestiera e per le attività che esercitava) e il suo caso fu segnalato dal vicario di Crevalcore all’Inquisitore di Modena Giacomo Tinti. Tradotta a Modena, Lucia negò ogni accusa. In riferimento all’accusa di maleficio nei confronti di una ragazza, rispose che la ragazza si era ammalata perché innamorata: questa condizione faceva sì, secondo una personale teoria di Lucia, che l’utero potesse spostarsi liberamente nel corpo femminile causando malesseri.
Fu condannata, in data 4 settembre 1636, al bando dal territorio di Modena e a confessarsi ogni prima domenica del mese per un anno.

Bibliografia

  • Laura Bandini, Aurelia Casagrande, Carla Righi, Ammaliatrici e malefiche tra Crevalcore e Persiceto, in Misfatti di confine tra '500 e '700. La lunga mano dell'inquisizione modenese su terre bolognesi, a cura di Patrizia Cremonini, Maglio editore, Modena 2014, pp. 58-73

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2016

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]