Clario, Leonardo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Leonardo Clario (Udine, ca. 1519 - Graz, 11 aprile 1599) è stato un medico e letterato.

Proveniente da una famiglia di modeste condizioni, poté studiare, tra il 1548 e il 1552, medicina presso lo Studio di Padova grazie ai sussidi provenienti dalla comunità di Udine. Fu quindi medico condotto a Cividale fino al 1575, dopodiché si trasferì a Lubiana e quindi a Graz, dove fu chiamato dall'arciduca Carlo d'Asburgo come "protomedico di Stiria".

Oltre che medico fu poeta e letterato, dotato di una certa sensibilità religiosa, come attesta una sua raccolta poetica fatta stampare postuma dal figlio Giovan Battista nel 1608 (Le rime teologiche et morali del Leonardo Clario del Friuli, Ciotti, Venezia 1608).

Il fatto che sia il fratello Giovanni Battista senior, frate domenicano, sia il figlio Giovanni Battista iunior furono perseguitati per eresia fanno ritenere che lo stesso Leonardo fosse vicino alle nuove idee religiose.

Bibliografia

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License