Falconieri, Lelio

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Lelio Falconieri (Firenze, 1585 - Viterbo, 14 dicembre 1648) è stato un cardinale, membro della Congregazione del Sant'Uffizio.

Si addottorò in utroque iure presso l'Università di Pisa.
Fu referendario utriusque Signaturae, governatore di Spoleto, di Sanseverino e di Benevento (sotto Paolo V), di Campagna e Marittima (sotto Gregorio XV), Inquisitore dell'Umbria e dell'Emilia e fece membro della Consulta (sotto Urbano VIII).
Nel 1634 fu nominato nunzio nelle Fiandre (la nunziatura si protrasse fino al 1637) e arcivescovo di Tebe in partibus.
Il 19 febbraio 1642 giurò come consultore del Sant'Uffizio.
Il 13 luglio 1643 fu nominato cardinale. Fu incluso nella Congregazione del Sant'Uffizio (designato membro il 31 agosto 1643, giurò il 2 settembre 1643).
Il 23 luglio 1644 fu nominato legato apostolico a Bologna.

Bibliografia

  • Matteo Sanfilippo, Falconieri, Lelio, in DBI, vol. 44 (1994)
  • Herman H. Schwedt, Die Römische Inquisition. Kardinäle und konsultoren 1601 bis 1700, Herder, Freiburg 2017, p. 245-246.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2017

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]