Zacchia, Laudivio

Laudivio Zacchia (Vezzano Ligure, 1565 - Roma, 30 o 31 agosto 1637) è stato un vescovo e cardinale, membro della Congregazione del Sant'Uffizio.

Patrizio genovese, fratello del cardinale Paolo Emilio Zacchia, si addottorò in utroque iure presso l'Università di Pisa.
Vescovo di Montefiascone Corneto dal 1605, fu vice-legato nel Patrimonio di San Pietro. Quindi fu nunzio a Venezia dal 1621 al 1623. Fu nominato cardinale il 19 gennaio 1626 e incluso subito nella Congregazione del Sant'Uffizio. In quanto tale fu tra i cardinali che esaminarono Galileo, anche se la sua firma non figura nella sentenza di condanna (come nei casi di Francesco Barberini e Gasparre Borgia), perché assente nella seduta in cui essa venne ratificata.
Morì nel 1637.

Bibliografia

  • Pierre-Noël Mayaud, Les «Fuit congregatio sancti officii in … coram …» de 1611 à 1642. 32 ans de vie de la Congrégation du Saint Office, in "Archivum Historiae Pontificiae", 30, 1992, pp. 231-289: p. 288

Link

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License