Ragnoni, Lattanzio

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Lattanzio Ragnoni (Siena, 10 marzo 1509 – Ginevra, 16 febbraio 1559) è stato un letterato, giurista, cultore di musica ed eretico.

Biografia

Originario di Siena, dove compì studi giuridici e fece parte del gruppo eterodosso di Lelio Sozzini, all'inizio degli anni quaranta visse a Napoli dove partecipò all'esperienza valdesiana. Verso il 1545 si trasferì quindi a Venezia. Nel 1551 fuggì a Ginevra, dove fu pastore della comunità italiana (della quale fu posto alla testa da Calvino stesso alla morte di Celso Martinengo nel 1557) e morì nel febbraio 1559.
Il suo Formulario (1559) è da ritenersi la prima confessione di fede riformata in italiano.

Il suo nome ricorre spesso negli atti dei grandi processi contro gli "spirituali" (Morone, Soranzo, Carnesecchi), dove tra l'altro viene definito discepolo di Bernardino Ochino.

Bibliografia

  • Mario Cignoni, Messer Lattanzio Ragnoni (1509-1559). Dalla Repubblica di Siena alla Ginevra di Calvino, Pagnini e Martinelli, Firenze 2001.
  • Processo Morone2, vol. 1, pp. 225-26, nota 63

Link

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]