Beccaria, Ippolito Maria

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Ippolito Maria Beccaria (Mondovì, 1550 - Napoli, 3 agosto 1600) è stato un inquisitore domenicano.

Entrò nell'ordine domenicano nel 1564 (convento di S. Maria delle Grazie a Milano). Studiò a Bologna, insegnò poi in quella città, a Brescia e a Milano.
Nel 1586 fu eletto provinciale di Lombardia. Fu inquisitore di Milano nel 1588. Nel 1588-89 fu commissario generale del Sant'Uffizio. Il 21 maggio 1589 fu eletto maestro generale dell'ordine domenicano, carica che ricoprì fino alla morte avvenuta a Napoli nel 1600.

Il 21 dicembre 1599 Beccaria era stato incaricato, insieme a fra' Paolo Isaresi da Mirandola (suo vicario), di interrogare Giordano Bruno, rinchiuso nelle carceri del Sant'Uffizio romano, per farlo abiurare. Non essendo riusciti nell'intento i due frati rimisero l'incarico il 20 gennaio 1600.

Bibliografia

  • Carlo Ginzburg, Beccaria, Ippolito Maria, in DBI, vol. 7 (1970).
  • Herman H. Schwedt, Die Anfänge der Römischen Inquisition. Kardinäle und Konsultoren 1542 bis 1600, Herder, Freiburg 2013, pp. 71-72,

Voci correlate

Link

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]