Innocenzo X, papa

Innocenzo X, al secolo Giovanni Battista Pamphili (Roma, 6 maggio 1574 – Roma, 7 gennaio 1655), è stato papa dal 1644 al 1655.

Biografia

La carriera curiale

Introdotto negli ambienti curiali dallo zio cardinale Girolamo Pamphili, studiò presso il Collegio Romano. Dal 1604 fu auditore della Sacra Rota. Fu nunzio a Napoli dal 1621 al 1625. Accompagnò il cardinale Francesco Barberini nelle sue missioni in Francia nel 1625 e in Spagna nel 1626. Dal 1626 al 1630 fu quindi lui stesso nunzio apostolico in Spagna.
Fu creato cardinale in pectore il 30 agosto 1627 e ricevette il cappello al suo rientro dalla Spagna. Nel 1630 fu incluso nelle Congregazioni del Concilio e de Propaganda Fide. Fu incluso nella congregazione del Sant'Uffizio nel 1642 (giurò come cardinale inquisitore il 19 novembre 1642)1 e in tale ambito prese una dura posizione di condanna nei confronti del giansenismo.
Dal 1639 al 1644 fu prefetto della Congregazione del Concilio.

Il papato

Empty section

Bibliografia

  • Ignazio Ciampi, Innocenzo X Pamfili e la sua corte, Roma 1878.
  • Ludwig von Pastor, Storia dei papi dalla fine del Medio Evo, vol. XIV, pp. 1-307.
  • Olivier Poncet, Innocenzo X, in EP, vol. 3.
  • Herman H. Schwedt, Die Römische Inquisition. Kardinäle und konsultoren 1601 bis 1700, Herder, Freiburg 2017, pp. 455-456.

Link

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013
Work in progess. To be improved and completed

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License