Pino, Ignazio

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Ignazio Pino è stato un inquisitore, appartenente all’Ordine dei Frati Minori Conventuali.

Ignazio Pino era originario da Cagli e apparteneva alla provincia picena dei minori conventuali. Fu nominato inquisitore di Aquileia e Concordia il 13 novembre 1608, prestando giuramento il 3 dicembre.
Il Pino ricevette precise istruzioni e ordini da Roma, infatti la situazione fra Venezia e la Santa Sede era molto tesa, a causa del recente Interdetto. Peraltro erano pessimi anche i rapporti tra le autorità veneziane ed il Friuli, culminati nella fuga del predecessore Girolamo Asteo.
Pare, comunque, che i cardinali della congregazione - e il papa stesso - avessero tutto l’interesse di non aggravare ulteriormente i rapporti con la Repubblica Serenissima.
L’inquisitore Ignazio ricoprì il ruolo assegnatogli dall’aprile 1609 al settembre 1613, senza far emergere alcuna situazione che potesse deteriorare ulteriormente i labili equilibri fra i poteri romani e locali.
Fra Ignazio Pino morì a Udine ai primi di dicembre del 1613.

Bibliografia

  • Andrea Del Col (a cura di), L'Inquisizione del patriarcato di Aquileia e della diocesi di Concordia. Gli atti processuali 1557-1823, Edizioni dell'Università di Trieste - Istituto Pio Paschini, Trieste - Udine 2009.

Article written by Mauro Fasan | Ereticopedia.org © 2019

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License