Paleologo, Iacopo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Iacopo Massilara, meglio conosciuto come Iacopo Paleologo (Chio, 1520 - Roma, 22 marzo 1585), è stato un teologo antitrinitario, condannato a morte dall'Inquisizione romana.

Biografia

Entrato nell'ordine domenicano nell'isola di Chio, fu quindi trasferito nel convento di Pera nei pressi di Costantinopoli. Finito nelle carceri dell'Inquisizione a Roma, fuggì alla morte di Paolo IV. Dopo un breve passaggio in Francia, si spostò in Moravia e finì per stabilirsi in Transilvania, dove nel 1569 divenne rettore del ginnasio di Kolozsvár, e poi in Polonia, a Cracovia, seguendo la corte di Stefano Bathory.
Nel 1581, mentre si trovava in Moravia, fu arrestato dal vescovo d'Olomouc, Stanislav II Pavlovský. Trasferito quindi a Roma, fu infine decapitato il 22 marzo 1585.

Opere e teologia

Empty section

Bibliografia

  • Domenico Caccamo, Eretici italiani in Moravia, Polonia, Transilvania (1558-1611). Studi e documenti, Firenze-Chicago 1970
  • Massimo Firpo, Antitrinitari nell'Europa orientale del ‘500. Nuovi testi di Szymon Budny, Niccolò Paruta e Iacopo Paleologo, La Nuova Italia, Firenze, 1977
  • Lech Szczucki, Paleologo, Iacopo, in DSI, pp. 1159-61

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2014
To be improved

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]