Orsini, Girolamo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Girolamo Orsini era maestro di stalla del vescovo di Pavia. Fu condannato in contumacia per eresia dall'Inquisizione di Pavia il 23 giugno 1584, con confisca dei beni. Da tempo si era rifugiato a Ginevra, dove la sua presenza è attestata dal 1577. Contro la confisca dei suoi beni protestarono, senza successo, i fratelli Agostino e Giovan Battista, che era prete e che gli era creditore.

Bibliografia

  • John Barthélemy Gaïfre Galiffe, Le refuge italien de Genève aux XVIme et XVIIme siècles, H. Georg, Genève 1881, p. 132.
  • Pietro Rivoire, Contributo alla storia della Riforma in Italia, in "Bollettino della Società di Studi Valdesi", LV, fasc. 66, pp. 55-88: p. 65.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License