Liena, Girolamo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-88-942416-0-0 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Girolamo Liena (Lucca, 1504 - Ginevra, 1558) è stato un patrizio e mercante lucchese, esule religionis causa.

Nacque nel 1504. Entrò per la prima volta nel Consiglio generale nel 1532; nel 1537 e nel 1539 ricoprì la carica di anziano.
Aderì alle nuove idee religiose e organizzò con altri la fuga dal carcere di fra Girolamo da Pluvio (notte del 21 settembre 1542), per la quale fu condannato a una semplice multa. Ma la sua carriera politica fu compromessa. Nel 1555 abbandonò Lucca, riparando a Ginevra, dove morì nel 1558.

Bibliografia

  • Simonetta Adorni Braccesi, Una città infetta: la Repubblica di Lucca nella crisi religiosa del Cinquecento, Olschki, Firenze 1994.
  • Marino Berengo, Nobili e mercanti nella Lucca del Cinquecento, Einaudi, Torino 1965.
  • Simone Ragagli, Liena, Girolamo, in DBI, vol. 65 (2005).

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2017

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]