Girolamo da Pluvio

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Girolamo da Pluvio, vicario del convento Sant'Agostino in Lucca, essendosi convertito alle nuove idee religiose e facendo propaganda eterodossa, fu arrestato tra fine luglio e inizio agosto 1542. Quando la sua estradizione a Roma era ormai imminente, nella notte del 21 settembre 1542 fu fatto fuggire di prigione dai patrizi Vincenzo Castrucci, Francesco Cattani, Stefano Trenta, Girolamo Liena, aiutati da un falegname e da altri due complici, e riparò in territorio mediceo, facendo perdere le sue tracce.
La vicenda diede molto scalpore a Lucca, testimoniando della profonda penetrazione delle nuove idee religiose nella città, alle quali avevano ormai aderito molti importanti patrizi cittadini.

Bibliografia

  • Simonetta Adorni Braccesi, Una città infetta : la Repubblica di Lucca nella crisi religiosa del Cinquecento, Olschki, Firenze 1994.
  • Marino Berengo, Nobili e mercanti nella Lucca del Cinquecento, Einaudi, Torino 1965.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2017

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]