Falconetto, Giovanna

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Giovanna Falconetto è stata una donna processata per stregoneria a Venezia nel 1574.

Esperta di magia terapeutica era solita curare malattie come cefalee, dolori articolari e patologie varie; i testimoni riportano il ricorso ad alcune preghiere, alla segnatura sulla fronte per alleviare le nevralgie cefaliche, a massaggi con dell’olio per le contratture e al doppiaggio degli abiti per le sofferenze – un probabile caso di disidratazione - di un bambino.
Il suo processo iniziò il 19 ottobre 1574 e si concluse con la sentenza pronunciata il 9 novembre 1574. Nel processo fu coinvolta anche la madre Adriana. Al termine del processo, l’Inquisitore concesse a Giovanna e Adriana la libertà con l’obbligo di restare a disposizione del Sant’Uffizio per ogni evenienza e con il divieto di allontanamento da Venezia senza autorizzazione scritta. Fu inoltre proibito alle due donne di esercitare ulteriormente la professione di guaritrice.

Bibliografia

  • Francesca De Poli, Franceschina… e altri sei. Sette processi per eresia celebrati a Venezia negli anni 1548-1574, Aracne, Roma 2016, pp. 36, 101-108.

Article written by Domizia Weber | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License