Olivetta, Giorgio

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Giorgio Olivetta è stato un eretico piemontese del XVI sec. morto sul rogo.

Originario di Biella, maestro di scuola, già sottoposto a un primo processo inquisitoriale nel 1564, fu di nuovo arrestato nel 1566 e condannato al rogo in quanto relapso dall'inquisitore Cipriano Uberti. Forti pressioni per l'esecuzione della condanna vennero esercitate da Roma da parte di Michele Bonelli, cardinale-nipote di Pio V, che minacciò il ritiro del nunzio a Torino in caso di mancata punizione dell'eretico. Alla fine, nel dicembre 1566, il sovrano sabaudo Emanuele Filiberto cedette: il rogo dovette svolgersi alla fine del dicembre 1566 o ai primi di gennaio del 1567.

Bibliografia

  • Romano Canosa, Storia dell'Inquisizione in Italia, vol. 3, Torino e Genova, Sapere2000, Roma 1988, pp. 33-34

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]