Giorgio del Monferrato

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Giorgio del Monferrato, studente a Bologna, dove giunse nel 1481, fu condannato a morte e bruciato sul rogo per eresia nello stesso anno. Tra le varie proposizioni ereticali da lui sostenute vi era la negazione dell'incarnazione di Gesù Cristo. Rimase impassibile di fronte all'Inquisitore e rifiutò di pentirsi e ritrattare.

Bibliografia

  • Guido Dall'Olio, L'attività dell'Inquisizione di Bologna dal XVI al XVIII secolo, in Storia di Bologna, vol. 3/II, Bologna nell''età moderna (secoli XVI-XVIII). Cultura, istituzioni culturali, Chiesa e vita religiosa, a cura di Adriano Prosperi, Bononia University Press, Bologna 2008, pp. 1097-1176: pp. 1098-1099.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License