Busdraghi, Gherardo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Gherardo Busdraghi o Busdrago (Lucca, ca. 1500 - Padova, febbraio 1562) è stato un ecclesiastico, attivo nella repressione dell'eresia e nella riforma della Chiesa.

Patrizio lucchese, studiò a Bologna e a Pavia, dove si laureò in utroque iure. Fu agente diplomatico lucchese a Roma in occasione del conclave del 1534. Dopo vari anni di servizio a Roma, dal 1544 al 1549 fu coadiutore del nunzio a Venezia Giovanni Della Casa, collaborando attivamente con questi alla repressione dell'eresia e al monitoraggio e alla distruzione dei libri ereticali. Nel 1548 gli fu conferito il canonicato di Caorle, nel 1552 ottenne il vescovado di Argo, il priorato della chiesa dei SS. Giovanni e Reparata a Lucca, e fu designato vicario generale del vescovo di Padova, cardinale Francesco Pisani. In tale qualità, nel 1555 istruì, insieme all'inquisitore Girolamo Girello il processo padovano contro Pomponio Algieri, interrogando personalmente lo studente nolano e rimproverandolo brutalmente per le sue opinioni ereticali. Come vescovo vicario di Padova si impegnò attivamente per la riforma della Chiesa. Morì nel febbraio 1562.

Opere

  • Lecturae super canone de Consecratione,diss. III, De aqua benedicta, per rever. decretorum doctorem et episcopum argolicensem D. D. Gerardum Busdragum de Luca in episcopatu paduano suffraganeum, s.l., 1549 (poi Villeurbanne, 1593, e Venezia, 1594).
  • (con Vincenzo Durante, vescovo di Termoli, e Egidio Falcetta, vescovo di Caorle) Consilium quorundam episcoporum Bononiae congregatorum… quod de ratione stabilendae Romanae Ecclesiae Iulio III Pont. Max datum est., Bologna, 1553
  • Exemplar literarum R. D. Gerardi Busdraghi in episcopatu patavino suffraganei, ad illustrissimum Franciscum card. Pisanum. In quibus agitur quonam ratione praeservarit possit Italia ne Lutheranismo inficiatur, Padova, 1558.

Bibliografia

  • Luisa Bertoni Argentini, Busdraghi, Gherardo, in DBI, vol. 15 (1972).
  • Carlo De Frede, Pomponio Algieri nella riforma religiosa del Cinquecento, Ferentino, Napoli 1972.
  • Umberto Vincenti, Lo studente che sfidò il papa. Inquisizione e supplizio di Pomponio de Algerio, Laterza, Roma-Bari 2020.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License