Falloppia, Gabriele

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Gabriele Falloppia (Modena, 1523 - Padova, 1562) è stato un umanista e medico modenese.

Biografia

Orfano ed indigente dal 1533, fu accolto nell'Accademia modenese e fu allievo di Ludovico Castelvetro. Fattosi prete e divenuto in seguito canonico della cattedrale di Modena, studiò medicina ed anatomia da autodidatta: una sua dimostrazione pubblica tenuta a Modena il 13 e 14 dicembre 1544 ebbe particolare successo. In seguito approfondì gli studi a Ferrara, dove fu allievo di Antonio Musa Brasavola, e tenne i suoi primi corsi universitari (addottorandosi solo nel 1552). Fu quindi professore di anatomia a Pisa dal 1548 al 1551, e a Padova dal 1551 alla morte.

La sua fama accademica lo preservò dalla persecuzione inquisitoriale, ma è attestata la sua adesione al movimento eterodosso modenese (firmò anche il formulario di fede imposto agli eterodossi da Gasparo Contarini nel 1542).

Opere

Bibliografia

  • Processo Morone2, vol. 1, pp. 10-11, nota 10.
  • Gabriella Belloni Speciale, Falloppia, Gabriele, in DBI, vol. 44 (1994)
  • Domizia Weber, Sanare e maleficiare. Guaritrici, streghe e medicina a Modena nel XVI secolo, Carocci, Roma 2011 (in part. pp. 130 sgg.)

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]