Cellario, Francesco

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Francesco Cellario (Lacchiarella, Milano, 1520 ca. - Roma, 25 maggio 1569) è stato un frate minore, quindi pastore protestante, rapito e condannato a morte dall'Inquisizione romana.

Frate minore osservante, nel 1557 fu inquisito dal tribunale inquisitoriale di Pavia: fu prima rilasciato, dopo aver ritrattato, quindi fu denunciato di nuovo per possesso di libri proibiti (e condannato come eretico impenitente il 2 gennaio 1558). Fuggì dunque nei Grigioni e fu pastore protestante a Morbegno fino al 1568.
In quell'anno, dopo aver partecipato a un sinodo a Zuz (giugno 1568), sulla via del ritorno a Chiavenna fu rapito per ordine dell'Inquisizione romana. Trasferito a Milano e poi a Roma, fu impiccato il 25 maggio 1569, quindi il cadavere venne bruciato sul rogo.

Bibliografia

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]