Centini, Felice

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Felice Centini (Ascoli Piceno, 1562 - Macerata, 24 gennaio 1641) è stato un inquisitore e cardinale, membro del Sant'Uffizio.

Frate minore conventuale, in gioventù fu legato e protetto da Felice Peretti e dalla sua famiglia. Fu rettore del Collegio romano di San Bonaventura (1605-09) consultore del Sant'Uffizio (dall'agosto 1609 all'agosto 1611) e procuratore generale del suo ordine (dal dicembre 1609 all'agosto 1611).
Fu creato cardinale da Paolo V il 17 agosto 1611 e incluso nelle Congregazioni del Sant'Uffizio e dell'Indice, di cui fu membro per un trentennio, fino alla morte avvenuta nel 1641. Fu tra i cardinali che processarono Galileo nel 1615-16 e nel 1633 (nel secondo processo presiedendo le riunioni del Sant'Uffizio in quanto cardinalis antiquior), anche se con un ruolo, a quanto pare, poco attivo.

Fu altresì vescovo di Mileto dal 1611, poi di Macerata dal 1613.

Bibliografia

  • Gino Benzoni, Centini, Felice, in DBI, vol. 23 (1979)
  • Miguel Gotor, La censura della Controriforma, in Sergio Luzzatto, Gabriele Pedullà (a cura di) Atlante della Letteratura italiana, vol. II, Einaudi, Torino 2011, pp. 331-37: pp. 336-37
  • Pierre-Noël Mayaud, Les «Fuit congregatio sancti officii in … coram …» de 1611 à 1642. 32 ans de vie de la Congrégation du Saint Office, in "Archivum Historiae Pontificiae", 30, 1992, pp. 231-289: p. 287

Links

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]