Badoer, Federico

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Federico Badoer (Venezia, 2 gennaio 1519 - Venezia, 13 novembre 1593) è stato un patrizio, diplomatico e uomo politico veneziano.

Nel 1547 fu ambasciatore straordinario a Guidobaldo II d'Urbino, dal 1550 al 1552 a Ferdinando d'Asburgo re dei Romani.
Dal novembre 1554 al febbraio 1557 fu quindi ambasciatore presso Carlo V e poi presso Filippo II, in un periodo delicato, caratterizzato a partire dall'elezione al papato di Paolo IV dalle gravi tensioni e poi dalla guerra tra questo papa e gli Spagnoli. Rientrato in patria, fondò nel 1558 l'Accademia veneziana, per promuovere le cui attività investì tutte le sue fortune. Il che lo portò a partire dal 1561 a un disastro finanziario, seguito da una lunga persecuzione giudiziaria che lo estromise dalla vita politica veneziana. Nel 1582 assunse la guida del partito dei Giovani, perorando con successo la riduzione dei poteri del Consiglio dei Dieci a favore del Senato e della Maggior Consiglio. Nel 1583 fu scalzato dalla guida del partito dei Giovani da Leonardo Donà.

Bibliografia

Voci correlate

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2014

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]