Nifo, Fabio

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Fabio (o Fabiano) Nifo è stato un medico ed eretico del XVI sec.

Biografia

In data imprecisata entrò nell'ordine domenicano, quindi abbandonò l'abito. Si convertì al calvinismo negli anni sessanta in Francia (attorno al 1565 si trovava a Parigi in qualità di precettore dei nipoti del vescovo di Nîmes Bernardo Del Bene). Nel 1572 rientrò in Italia, studiò medicina a Padova e vi ottenne per brevissimo tempo (a partire dall'ottobre 1575) una cattedra. Incarcerato nel gennaio 1576 per ordine dell'Inquisizione padovana, riuscì a fuggire, rifugiandosi a Vienna. Da lì passò in Polonia, entrando dal 1° settembre 1577 al servizio di Stefano Báthory. Entrato quasi subito in conflitto col collega Niccolò Buccella, fuggì in Inghilterra, dove esercitò la professione medica e frequentò l'Università di Oxford, e visse sempre circondato da sospetti di papismo. Quindi, con la moglie Anne de la Haye, figlia di un mercante francese attivo in Inghilterra, si trasferì a Leida. Pare che si fosse riavvicinato al cattolicesimo negli ultimi anni. Non se ne conosce la data di morte.

Opere

Bibliografia

  • Luigi Firpo, La Chiesa italiana di Londra nel Cinquecento, in Ginevra e l’Italia, a cura di Delio Cantimori, Sansoni, Firenze 1959, pp. 309-412 (in part. pp. 381-391)
  • Valerio Marchetti, Figure di esuli italiani del Cinquecento: Fabio Nifo, in "Critica storica", VIII, 1969, pp. 691-705
  • Margherita Palumbo, Nifo, Fabio, in DBI, vol. 78 (2013)

Link

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]