Pelleo, Evangelista

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Evangelista Pelleo è stato un inquisitore e vescovo.

Evangelista Pelleo era originario da Force, paese soggetto all’abbazia di Farfa e più tardi incorporato nella diocesi di Montalto (delle Marche).
Fu inquisitore di Belluno (1582-1584), prima di ricoprire lo stesso incarico ad Aquileia, dal 26 aprile 1584. Si insediò effettivamente in Friuli il 14 giugno 1584.
Era compaesano di papa Sisto V, al quale fu legato anche da particolare amicizia, senza escludere che a lui dovette anche la sua carriera.
Con breve pontificio del 5 luglio 1586 il Pelleo fu nominato vicario apostolico dell’ordine dei minori conventuali. Dodici giorni dopo, consegnò l’archivio dell’Inquisizione di Aquieia e Concordia al vicario Giovanni Battista Angelucci, futuro successore.
Il capitolo generale dell’ordine elesse fra Evangelista ministro generale, in occasione della convocazione ad Ascoli del 17 maggio 1587. Nonostante l’elezione a ministro, che prevedeva la durata di tre anni, lo stesso Pelleo, pur mantenendo tale carica, venne promosso vescovo di Sant’Agata dei Goti, proprio dall’amico Sisto V (17 ottobre 1588).
Evengelista Pelleo morì nel 1595.

Bibliografia

  • Andrea Del Col (a cura di), L'Inquisizione del patriarcato di Aquileia e della diocesi di Concordia. Gli atti processuali 1557-1823, Edizioni dell'Università di Trieste - Istituto Pio Paschini, Trieste - Udine 2009.

Article written by Mauro Fasan | Ereticopedia.org © 2019

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License