Rangoni, Ercole

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Ercole Rangoni è stato un nobile e feudatario modenese, largamente implicato come fiancheggiatore del dissenso religioso nella sua città.

Protesse Camillo Renato nel 1540, attirandosi contro le ire del duca di Ferrara Ercole II (di cui non si curò), e nel 1544 Bartolomeo della Pergola. Nel 1557 intervenne poi a favore della liberazione di Antonio Gadaldino.

Dal 1549 al 1552 fu ambasciatore di Ercole II a Carlo V. Nel 1560 accompagnò Renata di Francia al suo rientro in patria, dopo la morte di Ercole II.

Pubblicò una traduzione dei Salmi Penitenziali (senza indicazione di data ed editore, ma databile attorno al 1560), ma anche alcune lettere e rime. Fu in corrispondenza con Pietro Aretino.

Bibliografia

  • Processo Morone2, vol. 1, p. 857, nota 24 (e bibliografia ivi citata)
  • TIRABOSCHI, t. IV, pp. 285-87

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013-2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License