Venier, Domenico

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Domenico Venier (Venezia, 25 dicembre 1517 - Venezia, 16 febbraio 1582) è stato un patrizio e letterato veneziano.

Membro del Senato, caduto nell'infermità a causa della podagra, abbandonò la carriera politica dedicandosi all'attività intellettuale. Raccolse attorno a sé gli umanisti bembiani dopo la morte del maestro. Insieme a Federico Badoer fu fondatore e protettore dell'Accademia veneziana (nata nel 1558).

Fu raffinato poeta e traduttore di classici latini (Ovidio e Orazio) e fu in relazione con i più importanti letterati del suo tempo.

Nel 1576 l'Inquisizione veneziana avviò un'indagine contro di lui che egli, grazie alla sua influenza, riuscì a bloccare prima che sfociasse in un processo pubblico. Quattro anni dopo intervenne a favore di Veronica Franco, favorendo il suo proscioglimento da parte dell'Inquisizione.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2014

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]