Valle, Claudio de

Claudio de Valle è stato un funzionario al servizio dell'Inquisizione romana nei primi tre decenni dalla sua fondazione.

Originario delle Fiandre, viveva stabilmente a Roma nel 1541, allorché si iscrisse alla Confraternita di Santa Maria dell'Anima. Fu notaio del Sant'Uffizio sin dai primi anni di vita della Congregazione, particolarmente attivo sotto Paolo IV. Alla morte di quest'ultimo scampò fortunosamente alle ire del popolo romano, che gli assaltò e devastò la casa. Mantenne l'incarico sotto Pio IV e Pio V ed ancora all'inizio del papato di Gregorio XIII. L'ultima traccia che si ha di lui è la firma apposta a una sentenza inquisitoriale del dicembre 1572, per cui si suppone che morisse poco dopo.

Bibliografia

  • Processo Morone2, vol. 1, pp. 72-73, nota 36

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]