Scannapeco, Cesare

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Cesare Scannapeco o Scannapieco è stato un medico del XVI sec.

Medico ed erudito napoletano, congiunto di Girolamo Scannapeco, fu vicino agli ambienti valdesiani. Fu paziente di Donato Antonio Altomare (che lo citò, insieme a Mario Galeota, nel suo trattato De vinaceorum facultate, ac usu, stampato a Napoli nel 1562). Nel 1586 curò Bartolomeo Corcione, poi inquisito per eresia nel 1593.

Bibliografia

  • Maria Conforti, Girolamo Seripando e Donato Antonio Altomare: note sulla medicina a Napoli a metà Cinquecento, in Pomeriggi rinascimentali, a cura di Marco Santoro, Fabrizio Serra, Pisa 2008, pp. 13-32.
  • Pierroberto Scaramella, Le lettere della congregazione del Sant'Ufficio ai tribunali di fede di Napoli 1563-1625, Edizioni Università di Trieste, Trieste 2002, pp. 143, 144.

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License