Caterina La Monca

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Caterina detta “La Monca” è stata una guaritrice attiva nel XVII secolo a Certaldo, sospettata di stregoneria.

Nel 1625 fu coinvolta nella vicenda di Maddalena Serchia, anziana guaritrice e mendicante come lei, e come lei fu sequestrata dal cavaliere di Santo Stefano Niccolò Ridolfi, che sospettava che il figlio minore, Alessandro Ridolfi, colto da una malattia inspiegabile, fosse stato affatturato. Durante la prigionia, Caterina ebbe un vivace confronto con Maddalena Serchia sui modi per guarire il bambino. Rilasciata dal cavalier Ridolfi, fu in seguito interrogata nell'ambito del processo contro Maddalena Serchia e Giovanni Serrantelli.

Bibliografia

  • Domizia Weber, Il genere della stregoneria. Il caso di Maddalena Serchia e Giovanni Serrantelli, Lalli, Poggibonsi (SI) 2011.

Voci correlate

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License