Sala, Carlo

Carlo Sala è stato un miscredente, di convinzioni deiste e volterriane, giustiziato a Milano il 25 settembre 1775.

Fu condannato a morte per aver compiuto numerosi furti sacrileghi in chiese del milanese nonché per commercio di libri proibiti. Rifiutò sdegnosamente ogni conforto e non mostrò alcun segno di pentimento. La sua vicenda impressionò Pietro Verri che lo incontrò in carcere prima dell'esecuzione.

Bibliografia

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2014

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]