Appiano, Bernardo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Bernardo Appiano è stato un medico, perseguitato dall'Inquisizione.

Originario di Pallanza, visse ed esercitò la professione di medico a Milano.
Fu a più riprese perseguitato in quanto eretico: in particolare, rifiutava il dogma della transustanziazione, la dottrina del Purgatorio, contestava l'autorità del papa, negava il culto dei santi e il libero arbitrio, possedeva libri proibiti e per giunta coltivava un forte interesse per la magia. Dopo varie vicissitudini, fu condannato dall'Inquisizione milanese con sentenza del 27 aprile 1571. Riuscì a fuggire rocambolescamente dal carcere, insieme al prete Battista Gaudenzio, anch'egli detenuto per eresua, e si rifugiò a Torino, mentre l'arcivescovo Carlo Borromeo allertava l'Inquisizione romana che invano segnalava il fuggiasco alla corte sabauda. Appiano infatti riuscì a far perdere le sue tracce, probabilmente riparando in Francia. L'Inquisizione di Milano dovette accontentarsi di confiscargli i beni e ne dispose il rogo in effigie.

I suoi fratelli, Geronimo e Luigi, rimasti a Milano, furono anch'essi successivamente perseguitati dall'Inquisizione.

Bibliografia

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2017

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]