Rasola, Bernardino

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Bernardino Rasola (Rozola), sarto di origini milanesi stabilitosi a Bologna, frequentava la bottega di Baldassarre "bambinaro", dove si svolgevano riunioni di artigiani eterodossi. Arrestato alla fine del 1566, fu condannato a morte dal Sant'Uffizio bolognese il 22 marzo 1567, in quanto relapso (aveva subito un precedente procedimento inquisitoriale), e quindi consegnato al braccio secolare per l'esecuzione.

Bibliografia

  • Antonio Battistella, Il S. Officio e la riforma religiosa in Bologna, Zanichelli, Bologna 1905, p. 99.
  • Antonio Rotondò, Studi di storia ereticale del Cinquecento, Olschki, Firenze 2008, vol. I, pp. 132, 134.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License