Scartapegio, Bartolomeo

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Bartolomeo Scartapegio, processato a Sondrio nel settembre 1523 dall'inquisitore di Como Modesto Scrofeo, accusato da alcuni testimoni di aver partecipato al "zogo del barlotto nel loco de Tonale", dopo aver resistito a pressioni e torture, ebbe un cedimento e dichiarò di esser stato iniziato alla stregoneria da bambino (a 7 anni) e di aver partecipato al sabba al passo del Tonale e procurato la morte di varie persone. In seguito ritrattò, nonostante fosse sottoposto nuovamente a tortura. Giudicato stregone impenitente, fu condannato a morte e rilasciato al braccio secolare.

Bibliografia

  • Giuseppe Farinelli, Ermanno Paccagnini, Processo per stregoneria a Caterina de' Medici 1616-1617, Rusconi, Milano 1989, p. 76.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License